L’AQUILANDIA

Abruzzo aquilano in miniatura

 

L’Aquilandia è un museo tematico sito nei pressi delle Grotte di Stiffe. Il museo ospita, su 200 mq di area espositiva, ben 20 riproduzioni in scala (plastici e diorami) di alcuni monumenti, parchi e siti archeologici più rappresentativi del patrimonio architettonico e naturalistico dell’Abruzzo aquilano.

 

 

 

 

 

Attraverso una passeggiata tra i monumenti e le suggestive ambientazioni, è possibile cominciare a conoscere lo scenario paesaggistico, orientarsi e scegliere il proprio itinerario di escursioni alla scoperta del territorio.

Per facilitare la comprensione e la conoscenza delle riproduzioni vengono utilizzate delle audioguide gratuite in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo: per i più piccoli, le audioguide avranno la voce di uno spiritello buono, che abita tra le montagne e li conduce alla scoperta dei luoghi e, secondo la filosofia dell’imparare... divertendosi, trasforma arte, educazione ambientale, scienza e storia in esperienze divertenti e percorsi istruttivi e stimolanti anche per le scuole.

Il museo si arricchisce di un percorso per non vedenti, con miniature di monumenti in 3d per la consultazione tattile e scritte in braille.

All’interno dell’Aquilandia è allestita anche una fototeca per la proiezione delle immagini relative alle foto e ai dipinti più belli degli artisti sulle emergenze turistiche del territorio.

Le riproduzioni in miniatura riguardano:

  • Gli incantevoli promontori del Parco Naturale Regionale Sirente Velino e del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, con il Gran Sasso d’Italia, la cima più alta dell’Appennino (2912 m), l’altopiano di Campo Imperatore, il più esteso della penisola, e le tre più importanti stazioni sciistiche dell’Appennino: Monte Magnola Impianti (Ovindoli), Campo Felice e Campo Imperatore;
  • Le Grotte di Stiffe, uno dei fenomeni carsici più conosciuti d’Italia, nel Parco Regionale Sirente Velino, suggestivo torrente sotterraneo che forma all’interno della cavità cascate di straordinaria bellezza.
  •  Il borgo di Fontecchio, con la sua fontana trecentesca;
  • La città romana di Alba Fucens (Massa d’Albe), la colonia latina fondata nel 303 a. C., oggi uno dei siti archeologici più incantevoli e suggestivi d’Abruzzo;
  •  Il Castello Piccolomini (Celano), l’imponente fortezza situata in uno dei più importanti centri della Marsica, un tempo sede dell’omonima Contea;
  •  Rocca Calascio, situata a 1400 m. s.l.m, con al fianco la chiesa ottagonale di Santa Maria della Pietà, è una delle fortificazioni che maggiormente si fonde con l’impervio territorio roccioso che lo circonda;
  •  Santo Stefano di Sessanio, situato a 1.251 m. slm., il delizioso borgo fortificato di Santo Stefano di Sessanio è considerato uno dei “Borghi più belli d’Italia”;
  •  Navelli, considerato tra i borghi più belli d’Italia e paese simbolo della raccolta dello zafferano.
  •  Peltuinum, antica città vestina del I sec. a.C. attraversata dal Tratturo Magno;
  •  Il complesso monastico di Bominaco, considerato patrimonio mondiale dall’UNECSO, presenta intatti due tesori: la Chiesa di Santa Maria Assunta (XI-XII sec.) e l’oratorio San Pellegrino (XI-XII sec.);
  •  La Necropoli di Fossa, una tra le più monumentali necropoli dell’età del Ferro della regione (IX-I sec a. C.). Definita “la piccola Stonehenge d’Abruzzo”, è la città dei morti più estesa dell’Italia centro-meridionale.
  • La Fontana delle 99 Cannelle, unica nel suo genere, simbolo ed emblema della città dell’Aquila;
  • La Basilica di S. Maria di Collemaggio, al cui interno venne incoronato Papa Celestino V;
  • La Basilica di S. Bernardino, edificata nel XVI e dedicata a San Bernardino da Siena;
  • Il maestoso Forte spagnolo, edificato nel XVI secolo durante la dominazione spagnola;
  • L’anfiteatro di Amiternum, suggestivi resti archeologici dell’antica città romana.

 

 

Immagine

 

Vai all'inizio